L'Evento - SIRACUSANDO Il Portale di Siracusa

28/11/2018
Vai ai contenuti

L'Evento

Madonna delle lacrime

Il 29-30-31 agosto e il 1° Settembre del 1953, un quadretto di gesso, raffigurante il cuore immacolato di Maria, posto come capezzale di un letto matrimoniale, nella casa di una giovane coppia di sposi, Angelo Iannuso e Antonina Giusto, in via degli Orti di S. Giorgio, n. 11, ha versato lacrime umane.
Il fenomeno si verificò, ad intervalli più o meno lunghi, sia all’interno che all’esterno della casa.
Molte furono le persone che videro con i propri occhi, toccarono con le proprie mani, raccolsero e assaggiarono la salsedine di quelle lacrime.
Il 2° giorno della lacrimazione, un cineamatore di Siracusa riprese uno dei momenti della Lacrimazione.
Quello di Siracusa è uno dei pochissimi eventi così documentati.
Il 1° Settembre una Commissione di medici e di analisti, per incarico della Curia Arcivescovile di Siracusa, dopo aver prelevato il liquido che sgorgava dagli occhi del quadretto, lo sottopose ad analisi microscopica. Il responso della scienza fu: “lacrime umane”.
Terminata l’indagine scientifica il quadretto smise di piangere. Era il quarto giorno.

La Tecnica



Era la domenica del 30 agosto, il 2° giorno della lacrimazione.

Nicola Guarino, un cineamatore di Siracusa, con la sua cinepresa documentò in 300 fotogrammi la Lacrimazione.

In quelle immagini viene ripreso il formarsi, il fluire e lo sciogliersi delle lacrime.

L’occhio umano potrebbe anche lasciarsi suggestionare, ma l’obbiettivo della cinepresa ritrae quello che oggettivamente avviene.

Copyright © 1999/2018 - Siracusando.it - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti